le lenti di Gramsci

lunedì 6 luglio 2015

Il giorno della democrazia

 


Oggi è un giorno di festa per la democrazia, solo dalla democrazia potrà rinascere l'Europa. Grazie, popolo greco! (Dublicius)

Il risultato del referendum greco apre una nuova prospettiva -
dichiarazione di Fausto Sorini, della segreteria nazionale del PCdI, responsabile esteri
Il significato politico dello splendido voto che si è espresso nel referendum greco va ben al di là dei quesiti economici specifici sottoposti alla consultazione.
Esso esprime una volontà del popolo greco di respingere il ricatto dei vertici dell'Unione europea e della Trojka e di andare avanti per la propria strada: anche se questo dovesse portarlo a rompere con l'euro e con la Ue, e a ripensare quindi complessivamente – in un rapporto di più stretta cooperazione coi BRICS e con l'insieme dei paesi non allineati – le priorità della collocazione internazionale del Paese.
Su questo, che è il punto più delicato e complesso della vicenda, e' auspicabile che tutta la sinistra greca, i comunisti e le forze patriottiche non subalterne all'imperialismo - con un più alto livello di sintesi tra fermezza strategica e flessibilità tattica - sappiano trovare le vie di una maggiore convergenza: sorretta - come si è visto - da una grande determinazione popolare.

Nessun commento:

Posta un commento