le lenti di Gramsci

giovedì 8 marzo 2012

AL FIANCO DELLA FIOM, PER LA DEMOCRAZIA NEI POSTI DI LAVORO, A DIFESA DELL'ART.18!!

Domani il Partito dei Comunisti Italiani sarà in piazza al fianco dei metalmeccanici condividendo fino in fondo le motivazioni che hanno spinto la Fiom Cgil a proclamare lo sciopero e la manifestazione. Nell'occasione, la Federazione della Sinistra inizierà una raccolta di firme a difesa dell'articolo 18. I militanti sono stati mobilitati per una presenza folta e solidale. In piazza saranno presenti Oliviero Diliberto e tutta la segreteria nazionale.
La Federazione della sinistra lancia una campagna a difesa dell’art. 18. Parte infatti una petizione popolare – già domani, in occasione dello sciopero generale dei metalmeccanici. Ecco il testo: « Noi sottoscritti/e consideriamo l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori una norma di civiltà. L’obbligo della reintegra di chi viene ingiustamente licenziato è garanzia per ogni singolo lavoratore ed è al tempo stesso il fondamento per l’esercizio dei diritti collettivi delle lavoratrici e dei lavoratori, a partire dal diritto a contrattare salario e condizioni di lavoro dignitose.
Se l’articolo 18 fosse manomesso ogni lavoratrice e ogni lavoratore sarebbe posto in una condizione di precarietà e di ricatto permanente, essendo licenziabile arbitrariamente da parte del datore di lavoro. Se l’articolo 18 fosse manomesso verrebbero minate in radice le agibilità e libertà sindacali. Per questo motivo va respinta ogni ipotesi di manomissione o aggiramento dell’articolo 18. L’articolo 18 va invece esteso a tutte le lavoratrici e i lavoratori nelle aziende di ogni dimensione».

Nessun commento:

Posta un commento