le lenti di Gramsci

martedì 13 marzo 2012

SIAMO IN RECESSIONE. MONTI PENSI ALLE BANCHE CHE NON DANNO CREDITO INVECE CHE ALL'ART18

Il prodotto interno lordo dell'Italia nel quarto trimestre 2011 è diminuito dello 0,7% sul trimestre precedente e dello 0,4% su base annua. L'Italia è dunque in recessione tecnica (il Pil è in calo per il secondo trimestre consecutivo). Le politiche di austerity del Governo Monti, e la folle politica monetarista imposta dalla Merkel e dalla BCE sono riuscite a mandare in recessione il nostro paese. Hanno prima usato la speculazione per imporci politiche di rigore, ed ora continueranno a stringere il cappio per raggiungere il pareggio di bilancio ed il rientro dei conti con finanziarie pesantissime.
In questo quadro, mentre le nostre aziende chiudono per mancanza di liquidità perchè le banche non danno credito il Governo pensa a demolire l'art 18. Caro Monti invece che chiedere lo scalpo dei lavoratori italiani, non era meglio convocare Mario Draghi e chiedere spiegazioni del perchè i miliardi regalati dalla BCE alle banche private sono finiti per la speculazione invece che per sostenere la crescita?

da www.controlacrisi.org

Nessun commento:

Posta un commento